Isola Verde

Isola Verde è una piccola località del comune di Chioggia, rimasta incontaminata dal caos cittadino. Il contatto con la natura e la tranquillità di una vacanza vicino al mare sono esigenze indispensabili per chi desidera soggiornare ad Isola Verde.
Strade di campagna o lungo i fiumi Adige e Brenta offrono la visione di paesaggi dove la flora e la fauna caratterizzano un ambiente naturale in cui una escursione in bicicletta o a piedi, anche nel vicino Bosco Nordio, offrono benessere e relax al nostro corpo e stupore ai nostri occhi.Isola Verde, un tempo Isola del Bacucco, era formata da un lembo di terra a nord della confluenza del fiume Brenta nell’Adige. Contornata totalmente da acque rimase isola anche quando un imponente lavoro idraulico modificò l’ultimo tratto del fiume Brenta, facendolo confluire direttamente in mare.

L’Isola oggi si trova tra le foci di Adige e Brenta, staccata dalla terra ferma ad ovest da un canale definito Busiola che mette in comunicazione i due fiumi. I primi rilevanti insediamenti di cui rimane traccia e storia risalgono alla seconda metà dell’800. Precise testimonianze ci narrano di grandi estensioni di terreno mantenute per lo più allo stato naturalistico.
Una di queste era la proprietà dei conti Comello, i quali utilizzavano il territorio prevalentemente per la caccia. Oggi è ancora visibile, anche se ormai diroccata la grande corte con una fila di costruzioni rurali che servivano appunto quale “Casone” di caccia.

La parte coltivata dei terreni veniva prevalentemente inseminata a patate, ma molti altri ortaggi vi crescevano rigogliosamente. Cipolle, cavoli, verze, cappucci, zucche, fagioli, carciofi, piselli, carote, trovarono tra quelle sabbie l’habitat ideale. Sorprendentemente il radicchio, attuale cavallo di battaglia dell’orticoltura locale non era conosciuto. L’orticoltura a quel tempo nacque dalla caparbia volontà di alcuni lavoranti abitanti a Sottomarina che con i pochi mezzi allora disponibili e con grande fatica spianavano sempre più le dune, alte anche 15 metri, che si formavano naturalmente ad Isola Verde.

Un occhio di riguardo meritano le foci di Adige e Brenta, zone dal punto di vista naturalistico di rara e suggestiva bellezza soprattutto quella dell’Adige che comprende anche un tentativo di portualità; materia, che meriterebbe ben altri sviluppi.
Gli amanti della pesca sportiva in mare, sappiano che al largo della foce del generoso fiume si possono frequentemente fare catture interessanti. Molto proficua risulta essere la pesca allo sgombro.

 

Per maggiori info visita il portale di Isola Verde

© Copyright 2018 by NPGrafica
Via Cristoforo Colombo 86 30015 Chioggia
P.IVA 03003270273 – C.F. PRNNLT77B64C638Y
C.C.I.A.A. Reg. Imp. 17059/1998 R.E.A. 275782
E-mail info(at)sottomarina.net
Note legali e copyrightPrivacy e Cookie Policy
Con il patrocinio