Il Mercato Ittico all’ingrosso di Chioggia è uno dei più importanti del nostro Paese e si trova al centro di un tessuto produttivo che spazia dal porto peschereccio, ove attracca una delle maggiori flotte da pesca italiane, ad un insieme di industrie di importazione, lavorazione, stoccaggio e trasformazione del prodotto.
Il Mercato Ittico all’Ingrosso rappresenta il centro nevralgico del comparto ittico di Chioggia e segue nella sua attività l’evoluzione delle esigenze commerciali della città.

pesca_chioggia_sottomarina pesca2_chioggia_sottomarina
L’attuale Mercato Ittico viene inaugurato nel 1960; una costruzione tecnicamente ancora valida, costruita sull’Isola Cantieri, tra i due porti canale del Lusenzo e San Domenico e collegata, con l’imbonimento di un breve tratto di canale, al ponte translagunare che unisce Chioggia a Sottomarina. Dispone di una superficie di circa 11.000 mq., 5.000 dei quali coperti da un ampio padiglione centrale, due grandi piazzali laterali scoperti dove attraccano i pescherecci, direttamente dai porti canale, tre nuove palazzine a due piani, poste all’ingresso del Mercato ospitano gli uffici della Direzione, della Cassa di Mercato, il bar ristoro, gli uffici dei Veterinari e del Servizio di Vigilanza, la sala riunioni, la carovana facchini, i servizi igienici.
Il fatto che nel Mercato Ittico di Chioggia, si commercializzino contemporaneamente prodotti locali e di importazione comporta un grande interesse da parte di commercianti, provenienti da località anche molto lontane. Oggi vengono commercializzate nel mercato tutte le specie e qualità di prodotti freschi, conservati, congelati, surgelati, trasformati, lavorati, affumicati, essicati, confezionati, ecc., provenienti da tutti i Paesi del Mondo.

Testi tratti dal sito www.chioggia.org/ittico  Foto G. Baldin